VD Logo
Il Mondo che Cambia
VD Search   VD Menu

disturbi mentali

L'anoressia non è una 'devianza', è una malattia

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su WhatsApp

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, ha parlato in questi giorni di voler «combattere le droghe, le devianze e crescere generazioni di nuovi italiani sani e determinati». Lo ha fatto sui social, mentre presentava gli investimenti per lo sport del suo ipotetico governo. Nell’elencare cosa intendesse per ‘devianza’, Meloni non ha mancato di includere anche l’«anoressia».

L'anoressia in Italia e Giorgia Meloni

Eppure, a fine 2021 gli italiani che soffrivano di anoressia, bulimia, binge eating erano circa 3,5 milioni. Un dato che più di una devianza parla di un’emergenza. Con il coronavirus, i disturbi alimentari sono infatti diventati una pandemia nella pandemia: nei primi sei mesi dell’emergenza Covid, i casi, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, sono aumentati del 40%. E l’età di esordio si è abbassata sempre di più: il 30% di coloro che soffrono di questi disturbi ha meno di 14 anni.

Meloni ripropone, senza variazioni sul tema, quell’approccio che spesso alcuni hanno nei confronti di tutti quei disturbi che, in qualche modo, si crede possano essere risolti con un pizzico di forza volontà in più o la cui maggiore evidenza, grazie a nuovi strumenti di diagnosi, li fa percepire così diffusi da sembrare che «una moda». È quello che accade con i disturbi mentali o alcune sindromi, come l’hikikomori, inserito, tra l’altro, da Meloni nella lista delle «devianze».

Ma una devianza è un atto che va contro le norme di una collettività, un gesto che si può scegliere, e per cui è giusto che ci siano colpe e conseguenze. Parlare di devianza rispetto a un DCA, quindi, fa sembrare l’anoressia una libera scelta. Ma una malattia non si sceglie, è lei a trovarti, è qualcosa che hai annidato dentro e che poi scoppia. Senza che si possa fare niente per impedirlo: non una devianza, dunque, ma un disturbo, per cui è importante chiedere aiuto.

Come combattere il bullismo e il cyberbullismo

Il numero verde, attivo 24 ore su 24 dal lunedì al venerdì, dedicato ai disturbi del comportamento alimentare è 800.180.969.

Segui VD su Instagram.

ARTICOLI E VIDEO