VD Logo
Il Mondo che Cambia
VD Search   VD Menu

opinioni

Nessun diritto è al sicuro per sempre

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su WhatsApp

Spesso guardiamo alle conquiste sociali degli ultimi cinquant’anni come diritti acquisiti, irreversibili. In questo senso la sentenza della Corte Suprema dello scorso weekend, che ha abolito la Roe v. Wade permettendo, de facto, leggi antiabortiste negli USA, suona come una sveglia. La dimostrazione che ogni diritto, compreso quello all’aborto, rischia costantemente di essere rinegoziato dalle nostre società. E che basta un cambiamento nello zeitgeist del periodo perché certi diritti ci vengano sottratti.

Persino quando, come per l’aborto negli USA, la stragrande maggioranza dei cittadini è a favore di quello stesso diritto. Le forze politiche antiabortiste, che sono minoritarie in America persino tra i conservatori, hanno lavorato anni, senza sosta, per ottenere questo risultato. Dimostrando che non possiamo mai abbandonare la difesa dei nostri diritti e che, purtroppo, c’è sempre qualcuno convinto che sia giusto toglierceli.

Anche in Europa queste forze sono all’opera da decenni e, soprattutto in tema aborto, hanno segnato qualche risultato importante. Basta pensare alla Polonia che ha varato una delle leggi più restrittive di sempre su questo tema. O che, a Malta, dove l’aborto è proibito in tutti i casi, pochi giorni fa una turista americana ha rischiato di morire a causa del proibizionismo.

Intanto, in Germania, l’obiezione di coscienza sta creando gli stessi problemi che in Italia, Portogallo e Spagna. I medici obiettori sono aumentati tanto da dimezzare le cliniche che praticano l’aborto su suolo tedesco. Ormai, in molte parti d’Europa, sono le organizzazioni non governative come Doctor for choice o Women on Waves a doversi sostituire allo stato per garantire l’accesso all’aborto.

Almeno, finché resta tale. Perché, come è successo negli USA, anche da noi questo diritto potrebbe essere rinegoziato e la strada per riconquistarlo sarebbe lunga e difficile.

La libertà di abortire

Segui VD su Instagram.

Topicsopinioni  donne  aborto  usa  italia 
ARTICOLI E VIDEO