VD Logo
Il Mondo che Cambia
VD Search   VD Menu

cinema

Perché Parasite è il film più cercato dell'anno

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su WhatsApp

Parasite, il nuovo film del coreano Bong Joon-ho, premiato con la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2019 e con l'Oscar come miglior film, descrive meglio di qualunque altro la tensione costante del mondo di oggi. Quella tensione che sentiamo quando si tira un elastico e lo si fa rimanere teso, fino a farlo tremare, e tra l'attesa e l'evento, nel mezzo ci sta un momento in cui qualsiasi cosa può accadere, qualsiasi traiettoria è possibile. Questa tensione, nel significato originale di “tendere”, è ciò che si prova guardando Parasite.

La trama di Parasite è visionaria

Elencare tutti gli elementi visionari del film che ha trionfato al Festival di Cannes 2019 è impossibile. Già la sua universalità - la storia è ambientata in Corea del Sud ma potrebbe svolgersi ovunque - rende l’idea di quanto il tema della lotta fra classi sia brillantemente declinato. Ma il cuore di Parasite è un altro: la tensione che si crea andando avanti, la stessa che governa il mondo. Come dice Cechov, se c'è una pistola questa prima o poi sparerà. I personaggi del film sono al limite, e alcuni di loro lo dicono, lo mostrano: sono sull'orlo di un burrone in cui stanno per cadere. Ci sono tanti punti in comune tra loro e i manifestanti di Hong Kong, Cile, Sudan, Algeria, Egitto, Iraq, Ecuador, Spagna, Libano, Iran e molti altri. Bombardati da informazioni, chiusi in un vicolo cieco storico, sociale ed economico, i personaggi come i manifestanti di oggi vivono in una costante tensione, nell’attimo che precede l’esplosione (qualcuno ricorda L’odio di Kassovitz?)

Un mondo pronto ad esplodere

Le proteste sociali di Hong Kong, i movimenti dei cittadini in Cile, le rivolte in Iran per il prezzo triplicato della benzina e molti altri movimenti, dalla Catalogna al Libano. Senza contare la pandemia. Basta un singolo elemento - come la proposta di Carrie Lam a Hong Kong - una "goccia per far traboccare il vaso" e decidere di scendere in piazza. Bernardo Gutiérrez, giornalista e scrittore spagnolo, realizzò un'inchiesta, pubblicata da Occupy.com, dove riportava l’impressionante numero di 843 rivolte nel mondo duranteil periodo 2006-2014.

Parasite e Joker con Joaquin Phoenix

Il film Parasite rappresenta lo spirito dei nostri tempi più di un certo Joker con Joaquin Phoenix, per molti aspetti visione parallela del disastro contemporaneo. La trama di Parasite descrive una lotta di classe senza vincitori, tutti sconfitti dal proprio ego - dalla propria animalità - come accade, appunto, a quei parassiti che finiscono per uccidere il proprio organismo ospite, che sia esso la società o il pianeta. Un conflitto che non riesce a trovare quell'equilibrio tra forze contrapposte che gli eviterebbe di cedere e crollare nel ribaltamento di Parasite o nel caos del Joker.

I simboli di Parasite
Topicscinema  film  corea  oscar 
ARTICOLI E VIDEO