VD Logo
Il Mondo che Cambia
VD Search   VD Menu

franco battiato

Giù le mani da Franco Battiato

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su WhatsApp

Lo scorso 18 ottobre è stato pubblicato Torneremo ancora, l’ultima raccolta di Franco Battiato, a cui si aggiunge l’inedito che dà il nome all’album. Insomma, un ritorno in grande stile, per un altro dei maestri del cantautorato italiano. L’occasione però, invece di esser buona per festeggiare, si è subito macchiata di nero, anzi, di noir.

Dal Cinghiale Bianco a Torneremo ancora la musica di Franco Battiato ci accompagna da decenni

Dal Cinghiale Bianco a Torneremo ancora la musica di Franco Battiato ci accompagna da decenni

«Non possiamo dire che sta male, ma non sta sufficiente bene per essere presente a parlare di questo nuovo progetto» ha dichiarato il suo manager, Franco Cattini, per spiegare come mai l’autore non fosse presente alla conferenza stampa di lancio, aggiungendo come, al momento, non ci sia più niente nel cassetto per il futuro. Parole che hanno avuto un’eco mediatica non insignificante, specialmente perché conseguenziali ad altre dichiarazioni in merito alle condizioni di salute del cantautore siciliano.

La salute di Franco Battiato è diventata il gossip del momento

«Cercano di tenere in vita qualcosa che è già morto» ha affermato a Fanpage il paroliere e musicista Roberto Ferri, che collabora con Battiato dal 1979: secondo Ferri, infatti, l’amico e collega ha lanciato evidenti e problematici segnali. «Franco non lo sento più da un anno, perché purtroppo non riesce a capire quello che gli si dice» aggiunge, descrivendo situazioni tanto paradossali, da assomigliare quasi ad una delle sue canzoni più squisitamente dadaista.

Le vere origini del punk

L’artista però, passa momentaneamente in secondo piano. Perché subentra la paura, dei fan certo, ma anche di chi crede che si stia speculando eccezionalmente sulla situazione di salute di una persona. «Franco sta bene» ha voluto smentire l’amico di una vita, Juri Camisasca a Radio Popolare, aggiungendosi al coro di voci, pur avendo l’autorevolezza – visto il legame – di avvicinarsi più di tutti alla verità. Nel caso della salute di Battiato la speculazione prescinde dalla verità.

Roberto Ferri ha parlato di una malattia di Franco Battiato

Perciò, non importa chi ne parli e chi abbia ragione, perché ormai si è creato il dubbio. D’altronde è questo il problema della fama, specialmente quando si invecchia. «Dico sempre a questi ragazzi di non essere troppo ossessivi» spiega ancora Camisasca, riferendosi ai fan apprensivi (e quindi, ossessionati).

Le dichiarazioni di Roberto Ferri sulla salute di Battiato hanno scatenato i fan

Le dichiarazioni di Roberto Ferri sulla salute di Battiato hanno scatenato i fan

Come detto, se la macchina parte, è difficile da tenere ferma. E così, un personaggio che ha grande popolarità come Battiato, si trova al centro di un ciclone in parte mediatico, in parte emotivo, che, visto l’argomento, non può essere derubricato a semplice gossip. Perché ormai non esiste più la chiacchiera, visto che tutto finisce per essere verità assoluta nelle ore che passa in tendenza su Twitter.

Juri Casamisasca ha spiegato come sta Franco Battiato

Ci piace pensare, qualora fossero reali le condizioni di salute affermate da Ferri, che lo stesso Battiato sia inconsapevole di tutto ciò, mentre bisbiglia frasi sconnesse o chiede che gli siano mandati «profumi via mail». Oppure, in tutta la sua lucida intelligenza - per quanto debilitato dai problemi (reali) che ha avuto - possa comunque sorridere, sornione, in barba alle voci. Ma non si può sempre pensare che tutto finisca per il meglio.

ARTICOLI E VIDEO